Salvioli Carlo

TEORIA E PRATICA DEL GIUOCO DEGLI SCACCHI Trattato completo esposto per mezzo di esempi pratici.

No_image

Note Bibliografiche

In-8 gr. (mm. 246 x 175), 3 voll., due in mz. pelle coeva con dorso a cordoni e tit. oro - il terzo in tela edit. (con aloni), in astuccio mod., pp. XXVII,(5),216; (8),303; (8),232; con numerose ill. in b.n. nel t. Trattato diviso in due parti, preceduto da una introduzione in cui sono esposte tutte le nozioni più elementari del giuoco, della sua storia e della teoria in generale. La prima parte è dedicata alla teoria delle aperture (d’Alfiere di Re - di giuoco chiuso - di giuoco aperto irregolare - del Cavallo di Re - Gambitto di Re), la seconda alla teoria dei finali (Re solo contro Re e vari pezzi - finali di soli Pedoni - di Donna - di Torre - di pezzi minori). "Rarissima edizione originale". Cfr. Chicco /Sanvito “Lineamenti di una bibl. italiana degli Scacchi”,762. Teorico e giocatore veneziano, Carlo Salvioli (1848-1930), dopo aver vinto il torneo nazionale di Milano del 1881 si ritiro' dal gioco attivo, dedicandosi esclusivamente alla teoria, completando nel 1887 l'opera in tre volumi "Teoria e pratica del giuoco degli scacchi", primo libro italiano con una trattazione sistematica delle aperture e delle altre fasi della partita. Ebbe larga diffusione e vari ampliamenti e riedizioni. Solo qualche lieve fiorit. altrim. esemplare ben conservato.

Costi di spedizione

Costi di spedizione per le spedizioni in Italia

  • Corriere Contrassegno: 10
  • Corriere: 6