Iovius Paulus (Giovio)

PAULI IOVII NOVOCOMENSIS EPISCOPI NUCERINI HISTORIARUM SUI TEMPORIS Tomus Primus (-Secundus).

Thumb_pauli-iovii-novocomensis-episcopi-nucerini-historiarum-912ab94f-9364-421b-be5d-e6cc74538236
  • Anno pubblicazione: 1550-1552
  • Editore: in officina Laurentii Torrentini Ducalis Typographi
  • Soggetti: Storia, Storia rinascimento
  • Luogo di pubblicazione: Florentiae
  • Catalogo: Libri Antichi

Note Bibliografiche

In folio (mm. 407x260), 2 volumi, p. pergamena coeva, dorso a cordoni con tit. ms., 4 cc.nn., 226 (i.e. 326) pp.num. (manca l’ultima c.bianca); 506 pp.num., 1 c.nn. (registro); marca tipografica xilografata, ai frontespizi e alla fine del 2° vol., con un grande stemma dei Medici sormontato da una corona entro cornice decorata; ornati da grandi e belle iniziali figurate a vignetta, pure inc. su legno. Dedica a Cosimo de Medici, Principe della Repubblica Fiorentina. "Prima edizione" dell’opera più importante dello storico comense Giovio (1483-1552). Gli “Historiarum sui temporis” sono costituiti da 45 libri dedicati al cinquantennio che va dalla discesa nel 1494 del re francese Carlo VIII in Italia fino al 1547 (i libri sono in effetti di numero inferiore perchè dal V al X, dedicati agli avvenimenti accaduti fra il 1498 e la morte di Papa Giulio II (1513), sono trattati solo da epitomi e quelli dal XIX al XXIV, relativi al decennio 1517-27, non furono mai scritti). Composti nell’arco di un’intera esistenza le "Historiae" registrano le diverse reazioni che la storia del suo tempo produsse nel loro autore. Il senso di grandezza che pervade i primi libri cede alla disillusione che informa gli ultimi: questi traboccano delle insanabili contese che opponevano i monarchi cristiani e riflettono lo spirito di un’esistenza passata a testimoniare come tali conflitti, inutili e spietati, fossero solo fonte di sofferenza.. Tra i passi più efficaci delle "Historiae" vi sono quelli del libro XLV, in cui viene descritto il destino dei prigionieri cristiani, catturati durante le scorribande del Barbarossa lungo le coste del Mediterraneo e portati come schiavi a Costantinopoli nelle stive delle galee turche, mentre il sovrano del Sacro Romano Impero e il re cristianissimo si affrontavano nell’Europa del Nord.. Sfortunatamente le "Historiae" non ricevettero mai il plauso che l’autore credeva meritassero, né dai contemporanei né dalla posterità.. Significativo è però il fatto che, nonostante tutte le critiche ostili le "Historiae" conobbero durante il tardo Cinquecento, soltanto in Italia, almeno 4 ediz. latine e 12 italiane. Nel resto d’Europa ci furono almeno 7 ediz. del testo latino mentre si pubblicavano traduzioni in francese, tedesco e spagnolo. Ben più del Guicciardini, il Giovio rimaneva per molti europei il riferimento più autorevole sulle guerre italiane; per la storia di alcune regioni dell’Europa orientale, come l’Ungheria, il suo racconto resta fondamentale”. Così Dizionario Biografico degli Italiani,LVI, pp. 430-37, Cfr. anche Adams,I,G-649 - Brunet,III,583: “Belle édition”. Nel primo vol.: risg. sciupati e solo alc. carte del t. con lievi aloni al marg. infer.; i due frontesp. con timbro di apparten. e tracce d’uso, altrimenti esemplare ben conservato.

Costi di spedizione

Costi di spedizione per le spedizioni in Italia

  • Corriere Contrassegno: 15
  • Posta Contrassegno: 8
  • Corriere: 11
  • Posta: 5