Grisetti Pietro

NUOVO METODO DI FARE IL VINO CON UN SEMPLICE MECCANISMO PER PRIVILEGIO DI PRIVATIVA. Memoria con delle aggiunte sulla sua utilità pratica. Edizione seconda.

Thumb_nuovo-metodo-fare-vino-semplice-meccanismo-be39bc5f-966b-4e5f-9f09-c39b3bdda600

Note Bibliografiche

In-16 gr. (mm. 199x123), cartonato mod. marmorizzato, pp. XII (da 13 a) 123. "Seconda edizione", notevolmente ampliata (la prima del 1822, sempre stampata dal Ferrario, aveva solo 24 pagine). In questa interessante memoria sul vino, l’autore presenta una nuova macchina di sua invenzione, chiamata “Enopea”, che poteva essere applicata a tutte le botti per ottenere vino senza perdita durante la fermentazione. L’opuscolo contiene anche un capitolo sull’acquavite, considerazioni generali sulla coltivazione della vite e la produzione del vino. In Appendice una raccolta di 6 lettere di diversi autori, a conferma delle tesi del Grisetti. L’autore inoltre, confrontando le proprie esperienze con le contemporanee francesi, vi riscontra un sostanziale parallelismo, tanto che a partire dal 1821 comincia ad utilizzare questo macchinario nella vinificazione delle uve della Riviera di Salò. Grisetti infatti era nativo di Salò, sulla sponda bresciana del lago di Garda (1779-1847), e fu un personaggio di particolare intraprendenza: ufficiale dell’esercito napoleonico, abile schermidore, fu maestro in quest’arte dei figli di Gioacchino Murat e scrisse anche un prestigioso trattato sulla scherma con Rosaroll. Caduto Napoleone si ritirò a vita privata presso Gaino di Toscolano Maderno, nel Bresciano, occupandosi anche di agricoltura. Cfr. Diz. Biograf. Italiani,LIX, pp. 701-702. Con lievi fiorit. e lievi uniformi arross. ma certamente buon esemplare.

Costi di spedizione

Costi di spedizione per le spedizioni in Italia

  • Corriere Contrassegno: 10
  • Corriere: 6