Malatesti Antonio

LA SFINGE. ENIMMI. In questa nuova Impressione aggiuntaci la Terza Parte con le Minchiate.

Thumb_sfinge-enimmi-questa-nuova-impressione-aggiuntaci-44cb9ec7-791e-4552-9f2b-e6be05200974
  • Anno pubblicazione: 1683
  • Editore: alla Passione (Andrea Orlandini)
  • Soggetti: Scienze soc giochi, Giochi enigmi
  • Luogo di pubblicazione: In Firenze
  • Catalogo: Libri Antichi

Note Bibliografiche

In-24 p. (mm. 116x84), p. pergamena coeva (aloni ai risg. restaur.), pp. XXIV,422,(2). “Consacrati all’Illustriss. Sig. Cavaliere, e Conte Vincenzo Ferd. Antonio Ranuzzi, Patrizio Bolognese e Camerier Segreto del Sereniss. Principe di Toscana. Cfr. Santi “Bibliogr. dell’enigmistica”,355: “E’ questa la terza edizione del Malatesti, pure essendo la prima che contenga tutt’e tre le parti degli Enigmi: la I è di Venezia, 1640, la II di Firenze, 1643. In questa completa edizione della "Sfinge" le parti I e II e la sezione I della parte III sono costituite interamente da sonetti (269); la sezione II della parte III è composta di ottave (57); infine la sezione III della III parte reca i “Quadernari delle minchiate” (66). Precede una lettera di Carlo Dati ‘nella quale si discorre degli Enimmi’ e un sonetto enigmatico di Galileo Galilei, inviato al Malatesti e ad esso dedicato in segno della sua ammirazione e per incitarlo a comporre anche la seconda parte dell’opera” - Gamba,1994: “Rara e stimatissima edizione”. “Antonio Malatesti (1610-1672), fiorentino, poeta giocoso. Setaiolo, lasciò il mestiere quando ottenne un ufficio dal granduca Ferdinando II. Arguto, facile, colorito, scrisse tra l'altro La sfinge, i Brindisi dei ciclopi (1673), e La Tina (sonetti rusticali non privi di oscenità, composti nel 1637)”. Così Diz. Treccani,VII, p.291. Corto di margini; aloni su una decina di carte ai soli marg. bianchi, ma certamente un buon esemplare.

Costi di spedizione

Costi di spedizione per le spedizioni in Italia

  • Corriere Contrassegno: 10
  • Corriere: 6