Foscolo Ugo

LA CHIOMA DI BERENICE. Poema di Callimaco tradotto da Valerio Catullo. Volgarizzato ed illustrato da Ugo Foscolo.

Thumb_chioma-berenice-poema-callimaco-tradotto-valerio-a1e1b966-37b0-4f24-b205-fa90c67309d1

Note Bibliografiche

In-8 p. (mm. 231x165), cartoncino muto coevo, pp. (2),228 (con errata al verso dell’indice, posto in fine). "Prima edizione" della prima tiratura - variante “A”: a p. 225 si legge "e sulle Sirene incantate da Ulisse perch'ei gettò nel mare / i propri genitali". Cfr. Raccolta Foscoliana Acchiappati,I, pp. 98-101: "Esistono due varianti di questa edizione originale. Nella variante A), le due righe di testo che precedono i 5 versi latini in carattere corsivo recano la lezione: ".. e sulle Sirene incantate da Ulisse perch'ei gettò nel mare i proprj genitali".. La p. 228 reca l'Errata Corrige con 14 voci. Nella variante B), la frase che precede i cinque versi latini è mutata in: ".. e sopra Arione che scongiurava i diavoli in corpo alle cavalle, come un dì facea il figliuol d'Isai co' diavoli del suo re". Questa variante occupa nel testo una riga in più della A): ne consegue che ai versi latini seguono sei righe (anziché sette) di testo che si conclude a p. 226 su sei righe anziché su cinque. La p. 228 reca l'Errata Corrige con 15 voci, essendosi aggiunta ai 14 della variante A) quello colà sfuggito e qui evidenziato a pag. 223, riga 43 (ma in realtà 31) dove “Vanetti” va corretto in “Vannetti”. Circa la maggior rarità fra le due lezioni, è necessario ricordare che l'opera, uscita a Milano a spese dell'Autore nel novembre 1803 in 500 copie tutte in carta forte, in cartonatura originale marmorizzata, ebbe ben scarso smercio (ne furono stampate pochissime in-4 destinate in omaggio agli amici del poeta).. Considerata questa realtà è legittimo supporre che nel momento in cui Foscolo decise di apportare la nota variante, nei magazzini del Genio Tipografico giacessero almeno 400 delle 500 copie stampate: donde la maggior rarità della variante A) (le poche copie vendute) rispetto alla B) (le molte copie invendute sottoposte alla sostituzione del quarticino finale). Cfr. anche Ottolini,104: "Contiene la dedica a G.B. Niccolini e quattro frammenti delle "Grazie" pp. 114/115; 209/212.. E' noto come nel commento alla "Chioma" il Foscolo cadde in un errore di latinità: questo si verifica alla p. 207 ove, esponendo i versi di Ovidio "Barba erat incipiens", interpretò per "armi" la voce "armos"" - Mazzolà,23 - Parenti "Rarità bibliogr. dell'Ottocento",I, pp. 316-324. Esemplare ben conservato, con barbe.

Costi di spedizione

Costi di spedizione per le spedizioni in Italia

  • Corriere Contrassegno: 10
  • Corriere: 6